STAGIONATURA FINO A 36 MESI

Per poter parlare di stagionatura dobbiamo raggiungere almeno i 24 mesi. Prima si considera ancora un formaggio fresco. Questa prima fase di stagionatura rende il Parmigiano Reggiano sicuramente versatile in cucina per arricchire piatti freddi e caldi. Grazie alle sue caratteristiche è particolarmente adatto come ingrediente nella preparazione di pasta ripiena come tortelli, ravioli o cannelloni. Le sue caratteristiche lo rendono ideale per essere servito anche in "petali" (o scaglie) e abbinato a vini rossi, profumati e leggermente sapidi.

SELEZIONA LA STAGIONATURA

STAGIONATURA FINO A 60 MESI

Superando il periodo di stagionatura dei 40 mesi, si raggiunge una maggiore digeribilità del prodotto particolarmente adatto nelle diete prive di lattosio. Nonostante la forte consistenza si presenta sempre dolce e mai piccante, gli aromi di burro cedono gradualmente il posto a sentori di fieno e frutta secca. Si apprezza come antipasto condito con il pregiato aceto balsamico di Modena e accompagnato con vini da meditazione o con sapore intenso.

SELEZIONA LA STAGIONATURA

STAGIONATURA FINO A 96 MESI

Portando la stagionatura del Parmigiano Reggiano oltre i 60 mesi, si raggiunge un formaggio ancora più ricco di elementi nutritivi. La pasta risulta sempre più asciutta, friabile e granulosa. Il gusto acquista note più marcate di fieno e frutta secca e funghi essiccati. Questo formaggio per essere apprezzato in tutto il suo valore va gustato da solo o abbinato per contrasto con aromi più intensi e piccanti, a marmellate e mostarde capaci di esaltarne il sapore intenso e persistente.

SELEZIONA LA STAGIONATURA

Accetta

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.